domenica 6 novembre 2011

I guardiani del destino


In una New York fredda e grigia dei giorni nostri, un giovane politico acclamato rampante, è in corsa per un posto al Senato. Lo perde  per aver mostrato le terga al college (americani bachettoni, da noi sarebbe Presidente!). Perso il culo, salva la faccia grazie all’incontro con una fanciulla misteriosa, la Donna del Destino, che gli ispira il discorso che lo rimette in corsa per le elezioni successive. Il destino è però loro avverso e divide le loro strade. Non bastasse, alcuni grigi e misteriosi cattivoni (che tanto cattivi non sono) vestiti come agenti del FBI anni ’50 fanno di tutto per tenerli separati, perché si rispetti un misterioso Piano - contenuto in apposite moleskine - di cui sono aggiustatori. Il nostro eroe li scopre, e scopre il loro piano, e per tutto il resto del film combatte, scappa e corre da una parte all’altra della città all’inseguimento della gonnella della sua bella. Bella che, lasciata a spasso numerose volte, medita di lasciarlo, per poi tornare sui propri passi – sulle punte. Li aiuta un custode pentito, il cappello di questi, e un vecchio trucco che consente di passare da una parte all’altra di NY, girando una maniglia dalla parte giusta.

Romanticismo: ***
Jogging: **
Fantascienza: *

Indicato per: inguaribili romantici e maratoneti