sabato 10 marzo 2012

Codice Genesi


In un futuro prossimo, dopo una disastrosa guerra atomica, la Terra è diventata un immenso arido Far West (che ricorda anche troppo Mad Max) arso da un sole venefico. In questa landa desolata senza un albero verde, neanche una misera aiola, si trova a passare Eli, cavaliere solitario (senza cavallo) dal nome profetico, diretto a Ovest per compiere una misteriosa missione per conto di… boh, questo non lo dicono. Nel suo cammino si trova a passare per un anonimo pese, una strada e quattro case in tutto, tiranneggiato dal solito noioso cattivo locale che altro non sa fare che speculare su alcol e prostituzione, e mandare i suoi sgherri analfabeti ignoranti alla ricerca del Libro per eccellenza, la Bibbia, con cui crede di poter (siamo alle solite) dominare il Mondo. Guarda caso, ma per puro caso, Eli custodisce gelosamente l’unica e sola copia rimasta in tuuuuutta la Terra della Bibbia, dato che tuuuuutte le altre sono state distrutte, in quando imputate di essere state appunto la causa della guerra. Lo scontro tra i due sarà epico, sottolineato da inquadrature in campo lungo, musiche di Morricone, pause e silenzi in mezzo a polvere marrone sferzata dal vento e luce accecante, nella miglior tradizione western.

Fantascienza: *
Sacre Scritture: **
Western: ***

Indicato per: appassionati di western in crisi di astinenza
Consigliato da ionehovistocose: ma anche no