martedì 24 luglio 2012

The hurt locker



Iraq, durante la guerra dei buoni americani contro il cattivone ed ex-amico Saddam Hussein. Il cazzuto sergente Will James è un super cazzuto artificiere americano che sostituisce il suo predecessore, i cui resti mortali sono tornati a casa in una scatola di scarpe.
Il bravo e spavaldo sergente con la sua squadra si devono districare in mezzo a trappole esplosive in mezzo alla strada, auto piene di bombe nel bagagliaio, agguati nel deserto, ragazzini uccisi per essere riempiti di esplosivo, auto cisterne bomba e padri di famiglia trasformati in bombe umane. Ma anche vita di caserma, sbronze, cazzottate e troppe, troppe sigarette.
Le immagini si susseguono nervose, niente sembra al posto giusto, nessun posto è sicuro, ogni uomo che passa potrebbe essere quello che fa scattare il detonatore, quello che ti osserva da lontano ha una videocamera o un fucile?
Nel dubbio spara, prima che lo faccia lui.
La guerra è tutta qua, chi la fa non sa bene perché, e manco se lo chiede, alla fine è un lavoro come un altro, meglio che star lì ad annoiarsi a casa, a pulire grondaie, chi la fa, la guerra neanche si rende conto, finché non gli manca così per tornare a casa orizzontale.

Stomaco: **
Guerra: **
Modi che non conoscevo per piazzare una bomba: ***

Indicato per: cazzuti militaristi amanti del trucido
Consigliato da ioneohovistocose: ma anche no